Emiliano Piccoli
Emiliano Piccoli

Diplomato presso la Scuola del Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione di Elisabetta Terabust, studia con Derek Dean, Floris Alexander, Lojpa Arajunco, Nanette Gluscjack, Victor Litvinov , Tuccio Rigano, Massimo Moricone, Elsa Piperno e la stessa direttrice, e danza in Napoli (cor. A. Bournonville-Schaufuss), Graduation Ball (cor. D. Lichine), Sei in movimento (cor. M. Bigonzetti) e in coreografie di D. Dean, F. Alexander e M. Morricone

Partecipa sovente alle produzioni di balletto dello stesso teatro, quali: Giselle (cor. V. Vassiev), Zorba il greco (cor. L. Massine), Don Quixiotte e Lo Schiaccianoci (cor. Z. Prebil), La Strada (cor. M. Pistoni)

Finito il ciclo di studi viene inviato da J. Jancu per danzare nella sua produzione Riccardo III, accanto ad artisti di chiara fama, quali: M. Loudiers, A. Molin, P. Chalmer, L. Contardi e A. Celentano.

Lavora poi all’Opera di Nizza dove resterà per tre anni intrpretando balletti di repertorio come: Scene de ballet e Les deux pigions (cor. F. Ashton) Lo Schiaccianoci (cor. R. Hynd), Oneguin (cor. J. Cranko) e vari balleti di Leonide Massine come: Tricorne, Le sacre du printemps. Partecipa inoltre alle tournèes della compagnia Francia, Spagna e Portogallo.

Danza poi per il Grand Theatre de Bordeaux diretto da Charles Jude in balletti come: Lo Schiaccianoci e Giselle (cor. C. Jude), Before night falls (cor. N. Christie), Troy game (cor. R. North), Jardin aux lillas (cor. A. Thudor), Petruska (cor. M. Fokine), ed anche in ruoli di demi-solist come Romeo e Giulietta, dove interpreta il ruolo di Paride (cor. T. Harm), The Envelop (cor. D. Parson), e in Lo Schiaccianoci (cor. C. Jude). Partecipa inoltre alle tournèes della compagnia in Giappone e Francia.

Danza poi con l’Aterballetto in Bolero (cor. M. Bejart) e presso l’Arena di Verona in La tempesta (cor. F. Monteverde) con V. Malakov e l’Aida con le coreografie di J. Jancu.

Nell’estate del 2000 prende parte alle produzioni estive della compagnia ATON –Dino Verga Danza.

Viene successivamente scritturato da Nanette Gluscjack per il Theatre du Capitole di Toulouse dove ballerà in balletti come: La bella addormentata e Giselle (cor. N. Gluscjack), Il figliol prodigo, Who cares? e Rubies (cor. G. Balanchine), Sinfonia in re (cor. J. Kilyàn), Fearful symmetry (cor. P. Martins), Black cake (cor. H. Van manen), Romeo e giulietta (cor. J. Cranko), Beethoven (cor. U. Scholz), La sagra della primavera (cor. M. Vainrot), Sogno di una notte di mezza estate (cor. J. C. Blavier), Coppellia (cor. E. Martinez), Synck (cor. N. Christie). Inoltre nel ruolo di demi-solist danza in Theme et variation e Mort sul la 10eme rue (cor. G. Balanchine) e partecipa alle tournèes della compagnia in Francia, Spagna e Italia.

Nel 2004 riceve il Diploma di Stato francese per l’Insegnamento della Danza, venendo invitato a insegnare presso il Conservatorio di Danza di Toulouse, e in varie scuole come maestro ospite, inoltre insegna analisi del movimento in alcune scuole elementari per bambini dai 5 ai 10 anni.

Nel 2005 lavora con la compagnia Pandora nel ruolo di maitre de ballet e assistente alle coreografie.

Tornato in Italia viene invitato sovente da Dino Verga come maitre de ballet per la sua compagnia ATON – Dino Verga Danza”

Nel luglio 2011 lavora come maitrede ballet  per il progetto “Attraverso la scena”nell’ambito del Giffoni Film Festival, affiancando il maestro Amedeo Amodio.

Da settembre 2011 è maitre de ballet presso il D.A.F. nei corsi di formazione professionale e per la compagnia Spellbound Dance Company dirette da Mauro Astolfi.

Nel febbraio 2012 viene invitato da Michele Merola come maitre de Ballet per i ragazzi della formazione professionale Agora.

Da settembre 2012 è direttore tecnico del Dipartimento di Danza Classica presso D.A.F. per i corsi di formazione professionale.

Nel 2013 viene chiamato da Michele Merola per rimontare due sue coreografie per la sua compagnia Junior Balletto di Latina.

Nel gennaio 2018 viene invitato come maestro ospite per la Ballet School National Foundation of Dance (unica scuola serba riconosciuta dal Ministro della Cultura) dalla sua direttrice Aja Jung, in occasione dell’apertura del XV festival di Danza di Belgrado. Ne è referente italinao a partire da settembre dello stesso anno.

È chiamato a dare stage come Maitre de ballet in Italia e all’estero e come componente di giuria in alcuni concorsi nazionali e internazionali.